La contabilita’ come mezzo per diffondere i valori religiosi - Bigoni (CH11)

Versione stampabile
Autore: 
Michele Bigoni
ISBN: 
978-88-6659-024-8
Nome della Collana: 
Volume n°: 
11
Anno di pubblicazione: 
2012
Numero pagine: 
47
Prezzo: €8,00
€8,00

 

 

Il tema del ruolo della contabilità nella Chiesa, con particolare riferimento al legame esistente tra contabilità e valori religiosi, non appare ad oggi sufficientemente studiato, soprattutto se si considera l’importanza economica e sociale di tale istituzione nel passato e nel presente. Il lavoro intende contribuire a tale indagine analizzando la realtà della Diocesi di Ferrara del XV secolo. Il Quattrocento rappresenta per la Chiesa italiana un’epoca di grande importanza, in quanto caratterizzato da un tentativo di riforma promosso da Papa Eugenio IV, volto a combattere la dilagante corruzione morale all’interno del clero e a riportare quest’ultimo alla sua funzione pastorale. L’appello pontificio venne accolto con particolare attenzione da due vescovi ferraresi, Giovanni Tavelli da Tossignano e Francesco Dal Legname, che attraverso le loro visite pastorali cercarono di divulgare i valori della riforma nella propria Diocesi. La promozione della nuova moralità, nell’esperienza ferrarese, era basata anche sulla diffusione degli strumenti contabili, mezzo essenziale per mettere in luce l’operato dei diversi membri del clero ed in particolare l’utilizzo da parte loro dei beni della Chiesa. Attraverso lo studio di documenti originali del XV secolo, scritti in lingua latina, il contributo si propone di mettere in luce come la contabilità possa assumere un ruolo complementare alla promozione dei valori religiosi.

Michele Bigoni è Assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Economia e Management dell’Università degli Studi di Ferrara. È stato Visiting Researcher pressola Queen Margaret University di Edimburgo. I suoi interessi di ricerca si focalizzano principalmente sul tema della programmazione, misurazione, controllo, valutazione e comunicazione sociale della performance negli enti locali, della governance delle aziende partecipate da questi ultimi e della storia della ragioneria. È autore di diverse pubblicazioni, tra le quali si segnala la monografia intitolata: Programmazione e controllo dei gruppi pubblici locali. Dagli strumenti esistenti alle soluzioni innovative per la governance. (Giuffrè, 2012)